Giorgio Bandini, “Camillo di Cavour”

Giorgio Bandini  (Sienne, 1830 – 1899)

Camillo di Cavour, médaillon de la série des Précurseurs de l’Unité Italienne, 1886-1888.

Fresques des voussures de la voûte de la Sala del Risorgimento.

Inscriptions :

  • (dans le cartouche) : « PROGREDITE NELLA VIA DELLE RIFORME E NON TEMETE DI INDEBOLIRE LA POTENZA DEL TRONO COSTITUZIONALE CHE RACCOGLIENDO ATTIRNO A SE TUTTE LE FORZE VIVE D’ITALIA POTRÀ CONDVRRE LA NOSTRA NAZIONE A QVELLI ALTI DESTINI CVI E’ CHIAMATA.” (Cavour alla Cam. Subalpine. VII MARZO MDCMVI). [12]

Provenance : In situ

Sienne, Palazzo Pubblico, Sala del Risorgimento.

CAMILLO DI CAVOUR

[12] « Vedete dunque, o signori, come le riforme, compiute a tempo, invece d’indebolire l’autorità, la rafforzano; invece di crescere la forza dello spirito rivoluzionario, lo riducono al l’impotenza. Io dirò dunque ai signori ministri: imitate francamente l’esempio del duca di Wellington, di lord Grey e di sir Robert Peel che la storia proclamerà i primi uomini di Stato dell’epoca nostra; progredite largamente nella via delle riforme, e non temete che esse siano dichiarate inopportune; non temete d’indebolire la potenza del trono costituzionale che è alle vostre mani affidato, chè invece lo afforzerete, invece con ciò farete sì che questo trono ponga nel nostro paese così salde radici, che quand’anche s’innalzi intorno a noi la tempesta rivoluzionaria, esso potrà non solo resistere a questa tempesta, ma altresì, raccogliendo attorno a sé tutte le forze vive d’Italia, potrà condurre la nostra nazione a quegli alti destini cui è chiamata. » Camille Cavour, « Discorso del deputato Cavour per l’opportunità della legge », prononcé à la Chambre des Députés, séance du 7 mars 1850.